Gabiria Cetorelli: Marketing tradizionale ai tempi di internet

Per fare pubblicità ai grandi centri commerciali, ci ricorda la ricercatrice Gabiria Cetorelli, le aziende si affidano spesso al volantinaggio o semplicemente a dei materiali cartacei ma siamo sicuri che una campagna marketing su Facebook non sia la soluzione migliore per diffondere le nuove promozioni? Anche perché in questo modo si rende la comunicazione della GDO più interessante, coinvolgente e soprattutto può raggiungere più persone in poco tempo. I clienti vogliono essere al centro delle campagne marketing, perché rivendicano il diritto di far sentire la propria voce, e con una campagna di promozione cartacea questo non è possibile. La venuta del mondo digitale ha cambiato inesorabilmente il marketing in ogni sua sfaccettatura, mettendo gli utenti in una posizione privilegiata, infatti adesso le persone esigono una comunicazione personalizzata, che è uno dei capisaldi delle nuove politiche di marketing. In questo modo si crea un rapporto one to one, ovvero si parla direttamente ai singoli e non indistintamente, come invece avviene con la pubblicità tradizionale della GDO che rischia di non comunicare nulla e venire completamente ignorata (credits: Raoul Cetorelli).

Vista l’esistenza di diversi tipi di centri commerciali, è impensabile che un negozio di una grande città attui le stesse politiche di uno dei locali in un piccolo paese di montagna. Per questo si spinge verso un’autonomia dei negozi evitando l’accentramento dell’azienda, in maniera da cambiare più facilmente le strategie. I direttori dei vari ipermercati spesso non riescono a dare lo spazio che i capi dei punti vendita locali necessitano, perché avrebbero bisogno dell’aiuto di professionisti del marketing e di web agency per riuscire nella realizzazione di un piano marketing efficace e allineato ai bisogni delle persone del posto. Se l’azienda conosce perfettamente il territorio, le varie caratteristiche e i suoi clienti, con le loro preferenze di acquisto, può cambiare drasticamente le proprie politiche, cercando di acquisire più clienti potenziali possibili. Ed è qui che entra in gioco la vera rivoluzione che ha portato il marketing, che ha finalmente capito i propri limiti di un meccanismo lento e macchinoso, che deve lasciare lo spazio alla tecnologia e a modelli di business più veloci ed efficienti, creando possibilmente anche un ecosistema digitale. I nuovi strumenti di marketing possono stravolgere completamente un supermercato, come per esempio la customer care sempre attiva, 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, senza contare la possibilità di creare dei contenuti particolare sul web in modo da poterli condividere sui propri canali social e creare un rapporto e un dialogo con il cliente, rendendo il tutto più interattivo. 

Il real time marketing è una delle strategie più utilizzate e crea un forte engagement. Le aziende sfruttano degli eventi o determinate situazioni per fare della pubblicità in tempo reale. L’esempio lampante in Italia è Taffo, l’agenzia funebre divenuta celebre sul web grazie ai suoi contenuti sempre di qualità e che coinvolgono il grande pubblico. Un altro esempio di come le aziende siano sempre sul pezzo, è quando la Ceres, per onorare la scomparsa di Paolo Villaggio, ha condiviso una scena ripresa dal celebre film Fantozzi mentre si preparava a vedere la partita in televisione con la celebre frittata di cipolle e la birra Peroni, uno dei loro maggiori competitor. La Ceres ha dimostrato come cavalcare l’onda del momento sia uno dei modi migliori per creare interazione con la propria utenza, visto che il post sui social, in onore della morte dell’attore, ha generato una grande risposta dal pubblico. L’esempio più classico di real marketing per i centri commerciali è quello delle offerte lampo per un breve periodo, annunciate ovviamente tramite i social network dell’azienda. Un semplice post potrebbe creare una grossa interazione con i clienti e si dovrebbe mantenere sempre presente il territorio, effettuando queste offerte personalizzate solo ed esclusivamente in determinati luoghi. Effettuare delle promozioni su prodotti in diversi momenti (estate o inverno) è l’attività di promozione veloce e sul momento che il cliente richiede, d’altronde la tempestività nel real marketing è l’elemento essenziale, ed è per questa ragione che i grandi ipermercati dovrebbero affiancarsi ad esperti di marketing o avere l’appoggio di web agency. Un esempio di ottima comunicazione nella GDO è il customer care sempre attivo, in qualsiasi momento, in maniera da risolvere in poco tempo tutti i problemi e gli inconvenienti dei clienti. Gli strumenti più utilizzati per questo fenomeno sono sicuramente i social media, poiché invece di far perdere tempo alle persone al telefono, basterà mandare un messaggio e attendere la risposta, in modo da ricevere un servizio veloce e il più efficiente possibile. I supermercati, per evitare orari notturni e problemi ai propri dipendenti, in determinati orari utilizza anche degli assistenti virtuali, chiamati chatbox, che svolgono egregiamente il loro lavoro.